La Civica in perenne campagna elettorale.

Risposta alla Civica in merito all’articolo uscito sabato 6 febbraio 2016 sull’ALTO ADIGE.

Cristina Kury

Cristina Kury

Si capisce la delusione di un partito che – sotto sigle diverse – ha governato la città per decenni ed ora è relegato all’opposizione. Si capisce pure che – partendo da questo stato d’animo – il giudizio sull’operato della nuova maggioranza debba essere a tutti costi negativo. Ma che si arrivi a ripetere settimanalmente le stesse accuse sull’Alto Adige smentite poi addirittura in contemporanea sullo stesso giornale è veramente incomprensibile. Così è successo sabato 6 febbraio: la Civica critica il sindaco di non muoversi per la Solland. Bastava voltare pagina nello stesso giornale, per leggere le iniziative messe in atto dalla giunta attuale. E non è tutto: per quanto riguarda l’ordine del giorno della Civica presentato in consiglio comunale in favore dei lavoratori della Solland, la maggioranza era ben disposta ad accoglierlo chiedendo ai proponenti di allargare la solidarietà a tutte le persone disoccupate. Proposta respinta con fermezza dalla Civica.

Spiace veramente che la Civica, ancora a sette mesi di distanza dall’insediamento della nuova giunta, continui a comportarsi come in perenne campagna elettorale continuando a dire delle mezze verità o addirittura delle bugie come ha fatto anche in campagna elettorale. Di esempi ce ne sono tanti: basta citare dal loro programma elettorale il capitolo scuola e asili dove c’è scritto che le trattative con la Fondazione San Nicolò per la realizzazione di sei sezioni di scuola dell’infanzia e la scuola di musica sono terminate o che il terreno per la realizzazione di un nuovo polo scolastico a Maia Bassa è ormai entrato in possesso del comune di Merano: tutte e due le affermazioni non corrispondono alla verità.

Spiace anche l’accusa populista che per colpa dei Verdi non sarà più possibile indire una consultazione popolare, sul genere di quella che verrà svolta a Bolzano sul progetto Benko. Basta leggere l’articolo 62 dello Statuto e si capisce che ciò sarà possibile anche in futuro. Quello che la Civica non dice è che finalmente è stata rafforzata l’istruttoria pubblica (art. 63) che deve essere svolta obbligatoriamente nel caso che si trattino progetti importanti per la città. Sfiora il ridicolo che ora proprio la Civica si spacci come paladina della democrazia diretta: durante la discussione sulla riforma dello Statuto di Merano la Civica ha cercato in tutti i modi di prevedere il quorum di partecipazione cittadina più alto possibile per rendere valida una consultazione e il numero massimo di firme per indire un referendum, chiedendo addirittura la votazione segreta in consiglio comunale per cercare di affossare proposte che favorivano la partecipazione cittadina.

Ma la cosa più grave è che questo battibecco giornaliero fra partiti non fa altro che aumentare la frustrazione dei cittadini e non aiuta a trovare delle soluzioni per i tanti problemi da risolvere. Noi Verdi, che per decenni abbiamo registrato l’indifferenza e talvolta anche l’arroganza della maggioranza (Civica compresa), cerchiamo ora, avendo responsabilità di governo, un dialogo serio con tutti. Consci del fatto che le soluzioni ai problemi della città possano essere trovate anche grazie all’apporto appunto di tutti. E che per questo nostro atteggiamento il clima politico in Consiglio Comunale sia migliorato lo dicono anche i partiti dell’opposizione. In tale senso invitiamo anche la Civica ad un dialogo serio, leale ed onesto, ad un dialogo che punti più al bene della città che al proprio tornaconto politico.

Per la Lista Rösch/Verdi

Cristina Kury

Advertisements

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden /  Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden /  Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden /  Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden /  Ändern )

Verbinde mit %s