“L’affare” Zarenbrunn

ZarenbrunnIl prossimo martedì il consiglio comunale di Merano è chiamato ha decidere sulla vendita del complesso Zarenbrunn (2 palazzi, una casa piccola, un parco, la chiesa russa-ortodossa e la biblioteca) alla Provincia. La Provincia intende acquistare la struttura per 6,8 mio. Euro e concedere l’immobile a titolo gratuito per la durata di 29 anni all’associazione Borodina (Centro per lo sviluppo dei rapporti tra la Pro­vincia autonoma di Bolzano e la Russia).
La convenzione firmata il 02/10/2013 dal presidente Durnwalder, il presidente delle ferrovie russe Vladimir Jakunin e il sindaco di Merano, che ora deve essere ratificata dai rispettivi organi, non convince ne dal punto di vista sociale ne dal punto di vista giuridico.

Il prossimo martedì il consiglio comunale è chiamato a ratificare la convenzione stipulata dal presidente Durnwalder, dal presidente delle ferrovie russe Vladimir Jakunin e il sindaco di Merano Januth: Il complesso Zarenbrunn, acquistato dal comune di Merano nell’anno 1985, ristrutturato e adattato a casa di riposo e alloggi per anziani, attualmente occupato da 40 persone anziane, viene ceduta alla provincia per 6,8 mio Euro, che lo cede a titolo gratuito per 29 anni all’associazione Borodina.

Questa convenzione pone domande finora inevase:

  1. Quali sono i motivi, che Merano deve cedere una struttura sociale estremamente necessaria? E perché c’è questa urgenza di vendita non essendo gli eventuali alloggi alternativi ancora disponibili? (La costruzione degli alloggi per anziani in via Toti non è ancora iniziata, mancano i letti per lungodegenti, come dimostra il fatto che 40 meranesi sono alloggiati a Tesimo. Per la nuova costruzione a Martinsbrunn manca attualmente ancora l’approva­zione del comitato tecnico provinciale). [Dettagli vedi interrogazione allegata alla quale manca tuttora una risposta.]
  2.  La struttura Zarenbrunn viene comprata dalla provincia per 6,8 mio Euro e poi ceduta per 29 anni a titolo gratuito all’associazione “Borodina”. Una proprietà pubblica può essere ceduta ad un’associazione privata solamente se è garantito l’uso nell’interesse pubblico e per scopi istituzionali. Tuttora manca qualsiasi garanzia in merito. Anzi: vige il silenzio più assoluto su quanto si intende fare del complesso immobiliare.
  3.  Come riuscirà l’associazione Borodina, essendo associazione senza scopo di lucro, a garantire il mantenimento e la cura di tutto il complesso caratteristico per la città e in primis della chiesa ortodossa, un patrimonio prezioso e testimonianza importante della storia meranese? Anche a questa domanda manca la risposta.
  4.  La costruzione dei “diversi edifici in stile eclettico e storicistico” e della chiesa russo-orto­dossa risale alla fondazione istituita dalla signora Nadezhda Ivanova Borodina. Lo scopo della fondazione era la costruzione di alloggi per cittadini russi malati e indigenti. Non è garantito che questo scopo (esclusivamente) sociale della fondazione venga rispettato anche in futuro.

I Verdi sarebbero dei convinti sostenitori della creazione e rivitalizzazione di un centro culturale a Merano, che valorizzi la cultura russa e la collaborazione fra cittadini russi e cittadini altoatesini.   Però l’assenza della garanzia di una gestione trasparente del Centro, l’assenza di risposte precise e documentate alle domande sopra poste e della garanzia che il complesso ceduto dal comune di Merano continui a adoperarsi esclusivamente nell’interesse pubblico rende impossibile un assenso.

Invitano i rappresentanti politici competenti a fare chiarezza

  •  quali prestazioni nell’interesse pubblico offrirà l’associazione Borodine in cambio alla messa a disposizione gratuita di un patrimonio pubblico di un valore di 6,8 mio euro;
  • come il comune di Merano intende sopperire nei prossimi anni ai crescenti bisogni dei Meranesi di alloggi protetti e posti per lungodegenti.

Per i verdi
Cristina Kury

Advertisements

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden /  Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden /  Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden /  Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden /  Ändern )

w

Verbinde mit %s